Contemporanei, Fantasy

Saga Harry Potter

Joanne Rowling è una scrittrice britannica. La sua fama è legata alla serie di romanzi di Harry Potter, che ha scritto firmandosi con lo pseudonimo J. K. Rowling (in cui “K” sta per Kathleen, nome della nonna paterna), motivo per cui la scrittrice è spesso indicata impropriamente come Joanne Kathleen Rowling. In seguito al suo matrimonio del 2001il suo nome legale è Joanne Murray. Nel 2013 pubblica un’opera con lo pseudonimo di Robert Galbraith. Nel 2011 è stata inserita da Forbes nella classifica delle donne più ricche del Regno Unito.

Trama

Harry Potter e la pietra filosofale

Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, come quello di farsi ricrescere in una notte i capelli inesorabilemte tagliati dai perfidi zii. Ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Un mondo dove regna la magia; un universo popolato da gufi portalettere, scope volanti, caramelle al gusto di cavolini di Bruxelles, ritratti che scappano.

Harry Potter e la camera dei segreti

Harry Potter è ormai celebre: durante il primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts ha sconfitto il terribile Voldemort, vendicando la morte dei suoi genitori e coprendosi di gloria. Ma una spaventosa minaccia incombe sulla scuola: un incantesimo che colpisce i compagni di Harry uno dopo l’altro, e che sembra legato a un antico mistero racchiuso nella tenebrosa Camera dei Segreti. Harry e i suoi amici sfideranno oscure magie e terribili mostri, parleranno con i gufi e viaggeranno in automobili volanti, in un percorso magico dal ritmo incalzante e dalla sequenza infinita, come da scatole cinesi.

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Tra colpi di scena, mappe stregate e ippogrifi scontrosi, zie volanti e libri che mordono, Harry Potter conduce il lettore nel terzo capitolo delle sue avventure. Harry, giovane studente della prestigiosa Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, è questa volta alle prese con un famigerato assassino che, evaso dalla terribile prigione di Azkaban, gli sta dando la caccia per ucciderlo. Forse questa volta nemmeno la Scuola di Magia, nemmeno gli amici più cari potranno aiutarlo, almeno fino a quando si nasconderà tra di loro un traditore…

Harry Potter e il calice di fuoco

È un momento cruciale nella vita di Harry Potter: ormai è un mago adolescente, vuole andarsene dalla casa dei pestiferi Dursley, vuole sognare la cercatrice del Corvonero per cui ha una cotta tremenda… E poi vuole scoprire quali sono i grandiosi avvenimenti che si terranno a Hogwarts e che riguarderanno altre due scuole di magia e una grande competizione che non si svolge da cento anni. Harry Potter vuole davvero essere un normale mago di quattordici anni. Ma sfortunatamente, Harry non è un mago normale. E stavolta la differenza può essergli fatale.

Harry Potter e l’ordine della fenice

Quindicenne alle prese con improvvisi scoppi d’ira, la voglia di cambiare il mondo e le prime, cocenti, passioni amorose, Harry Potter sta per tornare alla Scuola di Alta Stregoneria di Hogwarts, dove frequenterà il quinto anno. Già infastidito dalle noie adolescenziali, il ragazzino è reduce da una noiosa estate con gli spregevoli Dursley e non vede l’ora di tornare alla movimentata vita degli apprendisti maghi. E, di certo, le avventure non mancheranno… Tessendo un’altra stupefacente trama, Joanne K. Rowling, questa volta dà voce alle inquietudini dell’adolescenza, mettendo in guardia contro la stupidità del potere e di chi lo usa per combattere il talento, il coraggio, la fantasia e la diversità.

Harry Potter e il principe mezzosangue

Sesto appuntamento con la saga che ha appassionato bambini, ragazzi e lettori di tutte le età. Harry Potter è solo, sconvolto e preoccupato. Il suo amato padrino Sirius Black è morto, e le parole di Albus Silente sulla profezia gli confermano che lo scontro con Lord Voldemort è ormai inevitabile. Niente è più come prima: l’ultimo legame con la sua famiglia è troncato, perfino Hogwarts non è più la dimora accogliente dei primi anni, mentre Voldemort è più forte, crudele e disumano che mai. Harry stesso sa di essere cambiato. La frustrazione e il senso di impotenza dei quindici anni hanno ceduto il posto a una fermezza e a una determinazione diverse, più adulte. Ma quali sconvolgenti imprese lo attenderanno quest’anno?

Harry Potter e i doni della morte

“Mi apro alla chiusura”: è uno dei tanti enigmi lasciati da Silente con cui Harry Potter deve confrontarsi in questo ultimo, settimo libro. E la saga stessa, giunta alla sua conclusione, si apre a sorpresa su nuovi mondi, nel passato e nel futuro: getta la luce della meraviglia su dettagli, personaggi ed eventi che sembravano già noti, rivelandone segreti e significati profondi. Insieme a Harry, nella sua disperata ricerca della verità, un caleidoscopio di avventure apparentemente già vissute, piccoli fatti e grandi eventi, seguendo il filo della consapevolezza che si dipana e si acuisce in un crescendo di emozioni, colpi di scena, perdite e conquiste. La conclusione, piena di luce e vapore, sembra indurre a rileggere tutto dall’inizio, per arrivare a chiudere il cerchio. Mai gli interrogativi sono stati così tanti; mai come in questo ultimo volume si ha la piena soddisfazione di una risposta che vada oltre l’apparenza; mai come in questo episodio l’autrice dimostra la sua capacità di sorprendere i lettori, di alimentare un fuoco d’artificio che non cessa di ammaliare il lettore.

Recensione

Non posso farvi capire quanto ho amato questa saga, dal primo all’ultimo libro, che mi ha accompagnato dalle elementari al liceo. Penso sia l’unica che ho iniziato sotto consiglio di mia mamma e che ho dovuto aspettare tanto per l’uscita. La Rowling è fantastica. I dettagli, i luoghi, il suo modo di introdurti in un mondo tutto nuovo senza il minimo sforzo da ambo le parti sono le cose che amo di più di lei. Vorrei scrivesse altri libri su Harry, Ron e Hermione, in modo che non finisca mai. Sono cresciuta con loro in un certo senso, è come se fossero amici di cui so tutto ma non so se li rivedrò mai. Un po’ triste, vero, ma ne vale davvero la pena.

harry_potter_letters_GIF_DT

Qui anche i personaggi che credi insignificanti sono importanti, fanno tutti parte del mondo creato dalla Rowling e non puoi dimenticare.

Credo sia la recensione più brutta che io abbia fatto per una saga. Non riesco davvero ad esprimermi come vorrei. Questi libri portano con sé tante emozioni diverse che ne fanno una vera e propria opera d’arte. Nessuno che abbia mai letto Harry Potter secondo me può dire che non gli si sia affezionato almeno un po’.

harry-potter-hermione-laughing-gif

Consiglio vivamente a tutti di leggerlo, dai più grandi ai più piccoli, loro soprattutto.

tumblr_mhem4z5lc01s4xdz1o1_500

PS Per quanto riguarda i film: da vedere assolutamente, meglio prima leggere i libri però. Nonostante siano fatti veramente bene e molto fedeli alla traccia scritta, credo che i film non spieghino bene tutto ciò che c’è nei libri. Soprattutto nell’ultimo capitolo della saga. I doni della morte parte due è difficile da capire se non si ha letto il libro (in particolare la spiegazione del duello finale).

Stampa

Annunci

25 thoughts on “Saga Harry Potter”

Lascia un commento^^

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...