Fantasy, Magia, NewAdult, retelling, Romance

A Court of Wings and Ruin

31451174

Trama

Un incubo, avevo detto a Tamlin. Io ero l’incubo.
Feyre è tornata alla Corte della Primavera, determinata a raccogliere informazioni sulle manovre di Tamlin e sul re invasore che minaccia di portare Prythian in ginocchio. Ma per farlo bisogna giocare un gioco mortale di inganno – e un errore potrebbe portare dolore non solo per Feyre, ma anche per il suo mondo. Mentre la guerra incombe su tutti loro, Feyre deve decidere di chi fidarsi tra gli abbaglianti e letali High Lords – e cercare alleati in luoghi inaspettati.

Recensione

Il post sarà lunghissimo!!!^^

Se non avete appena finito questo piccolo (mica tanto visto che sono 700 pagine) capolavoro non potete capire il mio stato d’animo.

561d7957_o

Sono felice e triste allo stesso tempo. Felice perché la storia è stato tutto quello che avrei voluto, con colpi di scena, personaggi nuovi e vecchi e tanta passione ma soprattutto Rhys e Feyre dappertutto; triste perché è finita. Questa trilogia è finita e non si sa cosa ci attende. Vi dirò la verità 700 pagine, per quante possano essere, non sono abbastanza (secondo me ci voleva ancora un centinaio di capitoli!!).^^

Preparatevi agli spoiler!!

Partiamo dalla storia: la corte dei sogni si unisce alle altre per sconfiggere il re di Hybern (‘sto brutto stronzo di merda, non potete capire quanto ci ho goduto nel leggere di Elain, Nesta e la spada!!). Ovviamente non tutti rispondono alla chiamata (o almeno non subito) e anche riunitesi tutte le corti la disparità numerica con Hybern e il suo esercito è grande. Quando Feyre va dal Bone Carver per chiedere il suo aiuto ho fatto i salti dalla gioia: non so se sono solo io ma i personaggi che mettono i brividi mi piacciono da impazzire (soprattutto in questa serie). Anche il nuovo amichetto di Feyre, Bryaxis, mi è piaciuto un sacco e la nostra vecchia amica della casa nella foresta sebbene non sia una delle mie preferite (whereareyouwhereareyouwhereareyou) è sempre utile da liberare in battaglia!^^

              Risultati immagini per the bone carverRisultati immagini per weaver acomaf

Ho temuto per la vita di tutti fino all’ultimo momento e quando tutto sembrava perduto (se avete letto il libro sapete di cosa sto parlando) mi si sono rigate le guance di lacrime. Ora, c’è da dire una cosa su di me: io non piango “per la finzione” né leggendo né guardando un film, non so se è perché sono dead inside o perché non riesco mai a connettermi a pieno con i personaggi, ma non sono mai triste al punto di arrivare alle lacrime. Tranne che con questo libro (e alcune scene dei cartoni animati della Disney che proprio sono tristi, vedi Bambi o Up e comunque solo crescendo e rivedendoli mi fanno questo effetto): ero nel mio lettuccio, sotto le coperte e mi scendevano i lacrimoni leggendo gli ultimi capitoli, quelli in cui la Maas mi ha distrutto il cuore e poi me l’ha rimesso assieme (ero lì che nella mia testa urlavo: “fate qualcosa!!!!”).

tumblr_ok98hlb5k31ql66nmo4_400

Parlando dei personaggi Feyre si è sicuramente ripresa da sotto la montagna, a volte porta ancora i segni della paura e dello stress e di tutte le brutte cose che le sono successe, ma pian piano sembra essersi ristabilizzata e finalmente accettata per quello che è; Rhys sembra sempre così forte e sicuro di sé ma ogni tanto trapelano i suoi sentimenti più oscuri e si vede che è ancora un po’ rotto (come tutti del resto); Mor ha finalmente affrontato le sue paure più grandi ma la strada davanti a lei è ancora lunga; Azriel…mi piacerebbe andare ad abbracciarlo perché poverino non credo se ne farà mai una ragione; Cassian e tutte le ferite che gli sono state inferte si riprenderanno sicuramente; Amren mi ha tolto il fiato dal petto nell’ultimo scontro ma sono contenta che sia finalmente in pace con se stessa; Nesta l’ho odiata per la prima metà del libro, come se fosse colpa di Feyre se è stata trasformata; Elain fin dall’inizio mi è sembrata solo una bambola sciocca e tutta questa storia del promesso sposo mi ha solo fatto infuriare ancora di più, per fortuna verso la fine si è ripresa ma non è esattamente tra le mie preferite.

Immagine correlata

Ma veniamo a noi, Tamlin. Nel primo libro sembrava un dio in terra, e con tutte le carte in regola per diventare un book boyfriend di prima categoria, poi abbiamo scoperto tutti gli scheletri nell’armadio che nascondeva e, per piacere levati che dai solo fastidio, te e il tuo essere possessivo e vai a rintanarti in un buco e non uscire più! In questo libro le cose cambiano? Per me no. Rimango ancora dell’idea che la sua insulsaggine non se ne andrà mai. La Maas ha cercato di farlo “redimere” ai nostri occhi (andare a chiedere l’aiuto di Hybern era tutta una tattica, rivoltarsi contro l’assemblea era solo per poter fare la spia nelle file nemiche, aiuta Feyre quando la speranza sembra essersene andata…) ma sinceramente quello che fa è il minimo. Non avesse fatto nulla (soprattutto alla fine) lo avrebbe condannato a morte certa per mano mia (lo so, non è reale ma lo è lo stesso ok?).

Risultati immagini per tamlin tool

Vogliamo parlare poi di Lucien? Sapevo che con il fatto di Elein che è la sua mate (la sua compagna) in un modo o nell’altro lo avremmo visto alla corte dei sogni ma mi aspettavo qualcosa di più, mi aspettavo avrebbe lottato di più, cercato in tutti i modi di far capire a Elain che lui è la persona giusta non l’altro e invece nel vedere la sua fragilità anche lui si è un po’ rammollito. Non dico che avrebbe dovuto costringerla a vederlo e ad ascoltarlo ma neanche abbattersi ancora prima di aver provato qualcosa ecco. Sapevo anche che il padre delle tre sorelle prima o poi avrebbe fatto la sua comparsa (in realtà mi aspettavo fosse un cattivo) quindi quando è arrivato nella scena ero su di giri!

20161218-goblingif4

Non vi dico come va a finire, ma sapete che se un libro non finisce bene non lo approvo, quindi già lì un mezzo indizio ve l’ho dato.

Mi è piaciuto proprio tutto. Tranne il fatto che è finito!^^ Sarah ha rivelato in un’intervista che i prossimi libri saranno spin off…3 sono sicuri, di cui uno ambientato dopo acowar, uno prima (non so se prima di acotar o solo prima di acowar) e l’altro ancora non si sa. Sono convinta che in uno vedremo sicuramente Lucien e la corte d’Autunno e come verrà gestita la successione (dopo tutti i segretucci che abbiamo scoperto voglio proprio vedere come andrà a finire). Sarah sembrava veramente contenta di poter scrivere altre storie su questo mondo e credo che se ne avrà l’opportunità ci saranno altri libri!^^ Personaggi delle nuove corti (tutti i segreti che abbiamo scoperto e che non sono stati rivelati apertamente saranno portati alla luce?), i vecchi amici, nuove avventure, sono pronta a tutto!^^

14573707

Per quanto riguarda la questione del retelling, il primo libro era una nuova versione de “La Bella e la Bestia”, il secondo del mito di Persefone e il terzo? Alcuni dicono “Biancaneve e i sette nani” soprattutto nella parte iniziale con Feyre e i 7 membri della sua corte, per me è un mix di tanti elementi (la fenice, il lago e i cigni, la casetta nel bosco) di storie messi assieme a formare una nuova trama.

Consigliato? SI. VOGLIAMO FINALMENTE PORTARE IN ITALIA QUESTA TRILOGIA??

Ps film? Come Feyre si immagina ogni scena come se fosse un quadro da dipingere io mi immaginavo già le scene del film, con i combattimenti, i mostri e la bellezza sfavillante delle corti…lo voglio!!

Piccolo appunto sulle “controversie” di questo libro. Se mi seguite avrete letto le mie risposte alle polemiche su S.J. Maas e il fatto che non ci sia diversità nei suoi libri. Premettendo che di diversità in questo libro ce n’è, alcuni appunti sono stati fatti e vorrei riportarveli:

-il fatto che il personaggio bisessuale più rilevante sia stereotipato (in quanto gli piace portare a letto più persone contemporaneamente) è secondo molti un clichè (essere bisessuale non significa voler fare solo orge): secondo me è solo lui in questo modo perché a lui piace, non è che la Maas abbia scritto “visto che è bi allora orge a tutto spiano” quindi la critica è senza senso

-Mor è lesbica ma va a letto con molti uomini per non esserlo: no, se le persone che parlano tanto avessero letto la storia di Mor avrebbero anche capito perché lei fa così, perché si sente costretta a portarsi a letto degli uomini, non come dicono loro “lo fa solo per farsi passare la lesbicità come fosse una malattia

-il colore della pelle è sempre troppo chiaro: la Maas in realtà cerca di dare varie sfumature alla pelle dei personaggi, il fatto che alcuni non capiscano di che colore siano i personaggi non vuol dire che siano tutti bianchi, anzi secondo me vuol dire che l’autrice ha fatto un bel lavoro perché il colore della pelle è trascurabile ai fini della storia e secondo me è questo che conta

-molte categorie di sessualità non si sentono rappresentate in questo libro: vi sfido a trovare un libro che presenti tutti gli spettri di sessualità a questo mondo; anzi vi sfido anche solo a trovare un libro per ogni spettro preso singolarmente…ecco su 30 (sono di più!) categorie ci saranno si e so 5 libri quindi non buttiamoci tutti addosso alla Maas perché non ha incluso tutte le categorie ma solo alcune (quelle più “famose”, “comuni” è vero, ma quelle anche di cui si ha più conoscenza)…

Risultati immagini per this is stupid gif

Come potete vedere le critiche mosse non riguardano la storia o le dinamiche tra i personaggi o la struttura, il fondamento del libro, ma la percezione che le persone hanno nel leggerlo. Io il libro l’ho trovato fantastico, ma nessun libro può piacere a tutti (se pensiamo che ci sono persone a cui non piace Harry Potter!)!^^

Stampa

Sono affiliata di Amazon! Se volete comprare questo libro passate attraverso questo link e riceverò una piccola percentuale sul vostro acquisto che mi aiuterà nell’acquisto dei libri per mandare avanti il mio blog! Grazie! amzn.to/2q92aSP

Annunci

15 thoughts on “A Court of Wings and Ruin”

    1. Grazie! Si, ecco, visto che ogni tanto leggi anche tu in inglese potresti provare…il primo libro è quello un attimo più ostico visto il nuovo mondo ecc… ma siccome è anche il più corto non dovrebbe crearti troppi problemi… 😉 ps non so se si nota ma sto cercando di farlo leggere a più persone possibili 😉

      Liked by 1 persona

    1. Non è troppo difficile, perchè lo stile della Maas è scorrevole e non usa termini difficili ma ce ne sono parecchi specifici e a volte inventati…per mia esperienza personale il primo libro è stato il più ostico perchè non ero abituata al mondo e ai termini fantasy ma già dal secondo libro problemi del genere non ci sono più stati perchè ci ero già abituata…spero di esserti stata utile!^^

      Liked by 1 persona

Lascia un commento^^

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...