avventura, classico moderno

Il vecchio che leggeva romanzi d’amore

cover

Trama

Solo apparentemente Antonio José Bolivar Proaño è rimasto solo con i suoi anni. Nel suo cuore è racchiuso il tesoro delle esperienze vissute nella grande foresta insieme agli indios shuar. Soltanto un uomo come Antonio può perciò adempiere al compito di uccidere il “tigrillo”, il felino che vuole vendicare sull’uomo lo sterminio dei suoi cuccioli. Canto d’amore dedicato all’ultimo luogo in cui la terra preserva la sua verginità, il romanzo di Sepùlveda ci porta, insieme all’ardore della denuncia, un’irriducibile capacità di sperare e sognare, come ancora succede ad Antonio quando legge i suoi diletti romanzi d’amore.

Recensione

Dal titolo mi aspettavo tutt’altro, ma già la cover dava indizi su cosa ci saremmo trovati a leggere.

Stranamente ho letto l’introduzione e probabilmente grazie a questa ho capito il vero messaggio di tutto il libro, ovvero “la natura esiste per un motivo, lasciamola stare e tutto andrà bene“.

Risultati immagini per too much gif

Si, ok, forse ho un tantino esagerato, forse la mia trasposizione è un po’ troppo letterale e brutale ma alla fine è così: tutte le volte che l’uomo cerca di sovrastare la natura, lei lo rimette al suo posto (non so voi, ma ultimamente io mi sento molto Leopardi, tra “Natura Matrigna” e “Pessimismo cosmico” non so cosa mi sia preso).^^

Tema quanto mai attuale visto che siamo ad Aprile e sembra di essere a Luglio per il caldo che fa. (Ovviamente, i cambiamenti climatici e l’allarme riscaldamento globale sono solo FAKE NEWS!)

Immagine correlata

Nel libro viene descritta una scena in cui gli uomini trasferitesi dal loro paesino alla giungla tentano di coltivare la “loro” terra. Non riuscendoci, abbandonano le loro nuove casette ai piedi della giungla che vengono in poco tempo ricoperte dalla fitta e rigogliosa  vegetazione. Ecco, sono abbastanza sicura che prima o poi finiremo tutti così di questo passo. (Tipo film post-apocalittico).

Risultati immagini per post apocalyptic gif

Altro tema ricorrente in questo bellissimo libricino è la continua ricerca di noi stessi, l’introspezione profonda a cui si sottopone Antonio, il protagonista, alla ricerca del Tigrillo. Solo una volta capito di non avere speranza riesce finalmente a sentirsi libero e ad accettare il suo destino.

Consigliato? Assolutamente si! non lasciatevi ingannare dal titolo, è tutto fuorchè una storia d’amore, anche se l’amore, in diverse forme, è presente dall’inizio alla fine del racconto.

Stampa

Ps Film? Ma anche no.

Sono affiliata di Amazon! Se volete comprare questo libro passate attraverso questo link e riceverò una piccola percentuale sul vostro acquisto che mi aiuterà nell’acquisto dei libri per mandare avanti il mio blog! Grazie! amzn.to/2Kfqs5h

5 pensieri riguardo “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore”

Lascia un commento^^

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...