High Fantasy, Magia, strategia, YoungAdult

The Priory of the Orange Tree

29774026

Trama

Un mondo diviso.
Una regina senza un erede.
Un antico nemico si sveglia.
La Casa di Berethnet governa Inys da mille anni. Non ancora sposata, la regina Sabran Nona deve concepire una figlia per proteggere il suo regno dalla distruzione, ma gli assassini si stanno avvicinando alla sua porta. Ead Duryan è un’estranea a corte. Sebbene sia salita alla posizione di Signora-in-attesa, è fedele a una società nascosta di maghi. Ead tiene d’occhio Sabran, proteggendola segretamente con la magia proibita. Dall’altra parte del mare oscuro, Tané si è addestrata tutta la sua vita a diventare una cavalcatrice di draghi, ma è costretta a fare una scelta che potrebbe mettere in subbuglio la sua vita. Nel frattempo, l’Est e l’Ovest divisi si rifiutano di trattare, e le forze del caos si stanno alzando dal loro sonno.

Recensione

Non so nemmeno io da dove iniziare. Anzi no, partiamo dall’inizio: quanto è alto questo libro? Tanto, e, sebbene all’inizio il fattore pagine non fosse rilevante vi giuro che arrivare alla fine è stata un’impresa da medaglia d’oro.

Risultati immagini per gif evviva

La storia è delle più fantastiche che si possano trovare in circolazione: trama ben articolata; personaggi, con nomi strani, a non finire; castelli e paesaggi da mozzare il fiato; ma, soprattutto, loro, i draghi. Ebbene si. Finalmente un fantasy di quelli seri che parla di draghi. Draghi d’acqua e draghi di fuoco, ma sempre e semplicemente draghi. (Se non lo sapete io sono una fan sfegatata dei draghi nella letteratura quindi nel leggere questo libro avevo gli occhi a cuoricino).

Immagine correlata

Altra cosa che probabilmente leggendo la trama avrei potuto intuire è che praticamente tutti i personaggi sono donne. Dalla prima all’ultima, dalla serva alla guerriera al drago di turno qui si parla sempre e solo di donne. Una casata di lignaggio reale in cui la corona passa di madre in figlia. Una setta/congregazione magica tutta al femminile. Insomma, da un capitolo all’altro non si fa altro che parlare di donne. E ci piace.

Risultati immagini per gif go girl

Quello che mi è piaciuto un po’ meno? Il fatto che ci siano intrallazzi lesbici in ogni dove. Un libro narrato al femminile non deve per forza essere “sovversivo” in ogni sua sfaccettatura. Non ho nulla contro persone dello stesso genere che si amano, per carità, è solo che ai fini di quello che questo libro secondo me voleva trasmettere, introdurre scene di questo tipo non sta né in cielo né in terra. Se devo essere sincera, anche se fossero state tra uomo e donna non le avrei viste bene, proprio perché senza senso in questo contesto.

Risultati immagini per gif non ci siamo

Smancerie a parte, questo libro merita. E, ribadisco il concetto, spero sia il primo di una lunga lista in cui la donna è al centro della narrazione.

Consigliato? Si, si, e si.

Ps film? Assolutamente si!

Stampa

Sono affiliata di Amazon! Se volete comprare questi libri passate attraverso questo link e riceverò una piccola percentuale sul vostro acquisto che mi aiuterà nell’acquisto dei libri per mandare avanti il mio blog! Grazie!

Un pensiero riguardo “The Priory of the Orange Tree”

Lascia un commento^^

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...